read

Gender Equality Week 2021: Il progetto di Sabrina Malagoli

By GN SRL

In questo articolo, in occasione della GEW (Gender Equality Week) Sabrina racconta la sua esperienza in GN.

Sabrina è una studentessa che in quarta superiore durante l'estate ha deciso di passare un mesetto con noi, per mettersi in gioco, applicare le nozioni apprese a scuola e approfondire gli argomenti che la appassionano. 

Ecco il suo progetto raccontato in occasione della GEW 2021, un'occasione per promuovere la presenza femminile nelle materie STEM.

Cosa

A luglio dell'anno scorso (2020) per mettermi in gioco e per non annoiarmi durante l'estate ho contattato Paolo Torricelli , conosciuto grazie ad un progetto scolastico che lui stesso prepara ogni anno per le quarte del Corni informatico. 

Non mi aspettavo accettasse seriamente la mia proposta sul lavoro estivo, invece a mio grande stupore e felicità lo ha fatto.

Dunque per la durata di circa un mese ho lavorato insieme a lui e il suo fantastico team, vivendo un'esperienza davvero molto stimolante nonostante i tempi difficili.

Background

Ho iniziato le superiori con l'intento di fare chimica e diventare poi medico oppure ostetrica , ma la situazione cambiò quando una mia prof al primo anno mi obbligò a partecipare ad un progetto che prevedeva un percorso di formazione per la programmazione.

A detta sua il mio pensiero era molto "logico" ed evidentemente aveva ragione perché da lì scoprii i piaceri della programmazione e dell'informatica invaghendomene sempre di più.

Equality 

L'esperienza mi ha permesso di vedere un ambiente molto diverso da quello che ho frequentato di solito.

Essendo l'unica ragazza della classe (e una delle poche femmine del triennio tecnico) sono stata sminuita moltissime volte.

Da chi sosteneva che lo facessi solo per le attenzioni maschili a chi mi diceva che anche se mi piaceva non ci sarei riuscita perché l'informatica non è cosa da donne. 

Spesso ancora oggi alcuni mi guardano quasi stupiti quando dico che studio informatica e ad una mia amica capitò che le chiedessero "come mai una bella ragazza come lei studiasse informatica , doveva sicuramente essere un po' pazzerella".

Da GN mi sono sentita per la prima volta 'normale' : a nessuno importava del mio sesso , importava solo quello che sapevo o non sapevo fare.

Ed è questo l'approccio giusto per un'azienda , in qualsiasi ambito , nei confronti dei propri dipendenti , indipendentemente dal sesso.

Un pensiero

Innegabilmente la situazione che si vive oggi dello squilibrio di genere incerti ambiti di studi e lavoro è uno strascico del nostro passato.

Un passato in cui le donne erano escluse e vagamente si "varcò" questo ostacolo associando però determinati lavori soltanto al genere femminile(maestre, ostetriche etc)

C'è ancora molta strada da fare , ma non per questo dobbiamo darci meno importanza.

Gli ambiti STEM danno una grandissima soddisfazione visti gli sforzi necessari al loro studio e non sono sicuramente chiusi al solo pubblico maschile. 

Continuiamo senza vergogna ad andare avanti seguendo quella che per noi è la strada migliore !

Perché nessuno al di fuori di noi stessi sa cos'è meglio per il nostro benessere. 

Malagoli Sabrina

Scarica la guida gratuita

Rimani informato su come coltivare i tuoi clienti con strumenti digitali

Check-list-guida-crm-cta