read

HubSpot Automation: che cos'è e quando può essere utile implementarlo

By GN SRL

L'automation di HubSpot è un ottimo strumento utile sia alle aziende B2B che B2C per gestire i contatti in modo facile e veloce.

Se hai un'azienda B2B con poche risorse marketing ma hai la necessità di gestire i tuoi contatti e dare supporto commerciale alle vendite, HubSpot aiuta ad automatizzare alcuni processi e a misurare l'efficacia delle iniziative marketing. Qui di seguito sono riportati alcuni esempi e consigli su come sfruttare gli automatismi di HubSpot e alcuni scenari che ti permettono di capire se la soluzione è adatta alle tue esigenze.

Ecco un esempio delle situazioni tipiche in cui HubSpot può essere di supporto al B2B:

  • per misurare l'efficacia della newsletter e renderla uno strumento veramente a supporto delle vendite
  • per agire con tempestività sui contatti interessanti con notifiche ai commerciali
  • per semplificare le attività marketing sia redazionali che di monitoraggio, dato che puoi avere più strumenti digitali in un'unica piattaforma

HubSpot propone due tipologie di automatismi:

  • Sales Automation per la gestione delle vendite
  • Marketing Automation per la gestione dei contatti e delle campagne marketing

L'automazione è utile sia per attirare nuovi contatti che per nutrire quelli già esistenti.

In un'unica piattaforma, HubSpot ti permette di attirare nuovi contatti tramite:

  • la realizzazione di Campagne Ads
  • la programmazione e pubblicazione dei post sui Social Network
  • la creazione di Landing Page e di CTA
  • la gestione e redazione del Blog

In più, con HubSpot puoi nutrire i contatti già esistenti attraverso:

  • la realizzazione di mail di feedback
  • la creazione di survey
  • l'invio di notifiche commerciali

HubSpot Automation: valido sia per il B2B che per il B2C

Se sei un’azienda B2B HubSpot può essere uno strumento utile per te se:

  • vuoi mandare delle email ai tuoi clienti dopo aver completato un ordine e come promemoria dopo tot tempo dall'ultimo ordine
  • vuoi notificare i commerciali quando un cliente non ordina da troppo tempo
  • vuoi mandare dei survey ai clienti per raccogliere le loro esigenze
  • vuoi inviare delle notifiche tempestive al commerciale quando un cliente risponde ad una email marketing o mostra interesse a determinate comunicazioni massive

Se sei un'azienda B2C HubSpot può essere uno strumento utile per te se:

  • hai bisogno di uno strumento da integrare con il tuo e-commerce per segmentare i contatti e mandare email personalizzate in base agli acquisti fatti o alle pagine che il contatto ha visitato
  • vuoi migliorare le performance dell'e-commerce grazie agli strumenti di HubSpot che attirano e aumentano i visitatori del sito
  • vuoi misurare l'efficacia delle newsletter per capire se incidono sulle vendite del sito
  • vuoi presidiare il cliente con azioni e notifiche email tempestive in base al suo comportamento o alle sue caratteristiche (ad esempio inviando email di sollecito se il contatto non sta più acquistando o ha ridotto la frequenza di acquisto)

Le tipologie di automatismi

HubSpot propone diverse tipologie di automatismi, tra cui:

  • Gli automatismi ricorrenti, ad esempio per inviare periodicamente email in base a come cambia la frequenza di acquisto del cliente (nel caso B2B è possibile programmare un'email dopo ogni ordine o dopo tot tempo dall'ultimo ordine)
  • Gli automatismi tempestivi che scattano nel momento in cui ad esempio un contatto visita una pagina del sito
  • Gli automatismi per nutrire i contatti già esistenti (ad esempio con newsletter targetizzate)
  • Gli automatismi per aggiornare il database per aggiornare le proprietà (ad esempio quando il cliente cambia fascia/gruppo e da medium diventa gold)

Vediamo ora degli esempi per spiegare in che modo si possono utilizzare tali automatismi.

Primo caso: automatismi ricorrenti

Un esempio si ha quando un deal viene chiuso vinto e dopo 30 giorni l'automatismo inva un’email di feedback per sapere se il cliente ha gradito i prodotti.

ricorrente deal

Secondo caso: automatismi tempestivi

Supponiamo che la tua azienda abbia bisogno di un automatismo uguale per tutti i nuovi contatti che visitano una pagina del tuo sito che contiene uno specifico prodotto. In questo HubSpot può aiutarti attraverso degli automatismi ricorrenti che vengono automaticamente attivati nel momento in cui il contatto visita quella pagina contenente quel prodotto. Tale meccanismo serve per gestire i nuovi contatti in maniera tempestiva, facile ed efficiente.

visita ad una pagina

Terzo caso: automatismi per nutrire

Un'altra tipologia di automatismi è quella che serve durante la fase di nurturing delle prime conversioni. Questo avviene quando, dopo che un utente ha compilato un form, l'automatismo invia delle email per avere un feedback e per continuare la relazione con il contatto con l'obiettivo di chiudere un deal.

nurturing newsletter targetizzate

Quarto caso: automatismi per aggiornare il database

Esistono anche degli automatismi efficaci per aggiornare il proprio database. Tramite HubSpot puoi aggiornare le proprietà di un contatto in base ai deal effettuati. In questo caso, se il deal è maggiore di 1000 allora il contatto viene classificato come "high" mentre se è inferiore a 1000 viene classificato come "low".

aggiornare il database

Esempi di automatismi nel B2B e nel B2C

Per il B2B

Prendiamo come esempio un contatto che visita una pagina del tuo sito. Il fine ultimo è quello di far diventare questo contatto un tuo cliente quindi, la cosa più efficace da fare è quella di inviare al contatto delle informazioni utili, per esempio relative al prodotto che ha visitato sul sito. Un'altra azione da fare è quella di notificare il commerciale in modo da informarlo del contatto e delle sue visite al sito. Tutte queste operazioni possono essere svolte con semplicità dagli automatismi di HubSpot.

Per il B2C

In ottica B2C l'obiettivo è quello di trasformare un nuovo contatto in cliente oppure di mantenere i clienti già esistenti. Nel secondo caso si parla, come accennato prima, di nurturing. Un esempio di azione che si può svolgere per "nutrire" i contatti già esistenti è l'invio di email d'auguri di compleanno. Anche questa operazione è molto semplice se fatta da HubSpot.

Le differenze tra Mailchimp e HubSpot Automation


  • MAILCHIMP: 
        • Poche informazioni sul contatto: solo nome, email e azienda e campi custom da personalizzare
        • Automatismi complessi per notificare i contatti in base al comportamento d'acquisto
        • Non è possibile vedere come le azioni marketing hanno contribuito al fatturato
  • HUBSPOT AUTOMATION:
        • Molte informazioni sul contatto: nome, cognome, azienda, posizione ricoperta, visite al sito, pagine visitate e informazioni sul commerciale di riferimento
        • Avendo il CRM integrato recupera le informazioni del contatto sia da fonti on-line che da off-line
        • Automatismi semplici di cui puoi monitorare l'andamento con pochi click attraverso il meccanismo di attribution report
        • Puoi vedere e valutare come le azioni marketing hanno influito sul totale delle vendite fatte.

HubSpot Automation e il CRM già integrato

Attraverso l'integrazione con il CRM, HubSpot ti consente di profilare i contatti e di usare gli strumenti di email marketing per gestire al meglio i contatti.

Nello specifico puoi:

  • assegnare il contatto ad un commerciale di riferimento
  • consultare lo storico delle azioni on-line (visite, CTA, email marketing,...)
  • consultare lo storico delle azioni off-line (appuntamenti, telefonate,...)
  • visualizzare le informazione sulle specifiche anagrafiche e aziendali del contatto
  • vedere in automatico le informazioni sull'azienda di riferimento (settore, dimensione aziendale, sito web,...)

É facile da utilizzare e soprattutto è tempestivo: in pochi click il commerciale può ricevere delle notifiche riguardo al comportamento del contatto, sia on-line che off-line.

Per saperne di più sull'automation di HubSpot iscriviti al nostro corso di formazione gratuita!

Iscriviti ora!

Tags: hubspot

Scarica la guida gratuita

Rimani informato su come coltivare i tuoi clienti con strumenti digitali

Check-list-guida-crm-cta